FOCUS

Misurare l’elasticità della vernice.
La caduta della sfera d’acciaio.

Non spetta alla vernice di un parquet evitare le piccole ammaccature e segni del tempo conseguenti all’applicazione di carichi concentrati (es. tacco a spillo, piedini di mobili pesanti, etc.) o alla caduta di oggetti. Il legno per sua natura è soggetto a subire queste lievi deformazioni e in un parquet destinato ad essere calpestato e vissuto sono aspetti del tutto normali, che in genere ne aumentano addirittura il fascino. È compito invece di una buona vernice poter continuare a svolgere, anche in queste circostanze, la propria funzione protettiva.



Esattamente come avviene per la nostra pelle, deve potersi adattare in modo elastico alla deformazione e accompagnarla senza ferirsi. Almeno fino a un certo limite. Questo a garanzia del fatto che il legno possa continuare a essere protetto e non esposto al contatto diretto con gli agenti esterni per preservarne intatta l’estetica. Il livello di elasticità di una vernice da pavimenti in legno piò essere valutata attraverso un test che prevede la caduta libera sulla superficie del parquet di una sfera di acciaio di 324 gr di peso e 42,8 mm di diametro a partire da quote via via crescenti.

L’altezza che provoca la prima rottura della vernice lungo il margine dell’impronta determina la sua misura di elasticità. Tutte le finiture a vernice di Listone Giordano raggiungono uno straordinario equilibrio tra elasticità e durezza, parametri essenziali per assicurare la migliore resistenza al calpestio.